fbpx
HomeRecensioniRecensioni FilmWest Side Story: da Broadway al Cinema (di Spielberg)

West Side Story: da Broadway al Cinema (di Spielberg)

West Side Story è un remake del 2021, diretto da Steven Spielberg, dell’omonimo film del 1961, a sua volta tratto dal celebre musical di Arthur Laurents, Stephen Sondheim e Leonard Bernstein, liberamente ispirato alla tragedia di William Shakespeare Romeo e Giulietta.

West Side Story è un titolo particolarmente caro ai fan dei musical, non a caso è una della pietre miliari di Broadway.

La storia è ambientata nell’Upper West Side di New York a metà degli anni ’50, ed è incentrata sulla contesa del territorio tra due bande rivali: i Jets, una gang di giovani bianchi e gli Sharks, un’altra banda, ma di immigrati portoricani.

In questo clima dove è accesa la fiamma dell’odio e dei pregiudizi due ragazzi si innamorano: Maria, sorella di Bernardo leader degli Sharks, e Tony ex membro degli Jets.

West Side Story: cast e riconoscimenti

Questo film ha ricevuto diverse candidature agli Oscar 2022, la cui cerimonia di premiazione si terrà domenica 27 marzo: Miglior Film, Miglior Regista a Steven Spielberg, Miglior Attrice non protagonista ad Ariana DeBose, Miglior Fotografia, Miglior Scenografia e Miglior Sonoro.

Rimanendo sempre in ambito di riconoscimenti, questa versione di West Side Story ha già vinto tre Golden Globe, rispettivamente per: Miglior Film commedia o musicale, Miglior Attrice protagonista in un film commedia o musicale a Rachel Zegler e Miglior Attrice non protagonista ad Ariana DeBose. 

A parte la regia di rilievo, il cast presenta molti volti relativamente nuovi nel panorama del cinema, ma sicuramente più conosciuti a Broadway come Mike Faist, che veste i panni di Riff, già conosciuto per aver recitato in Newsies e Dear Evan Ansen e Ariana DeBose che interpreta Anita, attrice, cantante e ballerina che ha prestato volto, corpo e voce a molti musical di Broadway, uno su tutti Hamilton.

Un cast dove la potenza vocale fa da padrona ed ha contribuito senza dubbio a donare qualità a questo film.

Un remake che ci riporta alla vecchia Broadway

Nonostante questa versione di West Side Story sia del 2021, il musical originale ha ormai la sua età e di certo non si può dire che non si noti dalle sue canzoni.

I ritmi, i balli e la musica fanno parte del repertorio classico di Broadway, ma questo che vuol dire?

Voci studiate, limpide e potenti, e canzoni che hanno ritmi jazz/blues o caraibici, Spielberg ricostruendo questo capolavoro ha rispolverato le sonorità tradizionali di Broadway che stavano letteralmente svanendo, riportando così alla luce una musicalità a suo modo “innovativa”.

Perfino i balli corali sono rimasti, seppur non mantenendo esattamente le stesse coreografie, con passi e mosse tipiche del musical di un tempo, e tutto ciò è ben evidente fin dalla prima scena.

Ormai Broadway sta cambiando musicalità, toccando nuovi generi come il rap in Hamilton, il rock del musical di Bonnie e Clyde, e la lirica con Il Fantasma dell’Opera, infatti gli attori più famosi e amati sono quelli che sanno dimesticarsi tra i vari stili musicali, cambiando la voce in modo incredibile.

Quindi il genio di Spielberg ha visto un’occasione in qualcosa che ormai si stava superando, ritrovando un vero e proprio stile che è stato caratteristico della golden age di Broadway.

Forse presto vedremo altri capisaldi del genere rispolverati come Funny Girl con Barbra Streisand?

West Side Story: un’ennesima rivisitazione di Romeo e Giulietta?

West Side Story è un musical ispirato a Romeo e Giulietta, la storia infatti ripercorre molto fedelmente quella dei due amanti di Verona.

Le scene madri del film sono perfettamente sovrapponibili con quelle dell’opera shakesperiana, come la scena del ballo dove i due ragazzi si incontrano, la scena del balcone e quella del duello.

Ma ciò non rende questo film meno emozionante, soprattutto nel finale, unica parte che si discosta dalla storia di Romeo e Giulietta, ma che lascia ugualmente con l’amaro in bocca.

“Tonight

The world is full of light

With suns and moons all over the place…”

“Tonight” West Side Story

Seppur meno drammatico, il finale di West Side Story lascia lo spettatore con un senso di tristezza e di impotenza, facendo capire quanto è difficile la vita e quanto coraggio ci vuole per non cedere alla disperazione e all’odio.

Anzi, in qualche modo il finale di Romeo e Giulietta è quasi più “lieto”, con i due giovani che lasciano questo mondo uniti, come due bambini che si addormentano insieme, ma per Maria e Tony il fato è meno clemente.

West Side Story: una vicenda contemporanea

Tra scontri fra gang, pregiudizi razziali, adolescenza e primi amori, West Side Story riprende molti aspetti della società di oggi.

L’odio e l’intolleranza sono ciò che dà vita a questa storia. Gli amori adolescenziali, lo scontro generazionale e come un genitore possa influenzare la vita dei figli sono altri cardini che fanno muovere questo musical.

Non siete curiosi di scoprire questo gioiello rivisitato da uno dei grandi maestri del cinema? Vi basterà accedere a Disney+, dotarvi di pop corn e di un pacchetto di fazzoletti per prepararvi alla visione.

Ecco a voi il trailer:

Alessia Iacobelli
Inguaribile romantica, amante delle belle storie,appassionata di fantasy e musical; canticchiare a caso per strada è ormai il mio stile di vita. Sono l'esempio vivente dell'entropia.

LEAVE A REPLY

AlphaOmega Captcha Cinematica  –  What Film Do You See?
     
 
Please enter your name here

Ultimi Articoli

error: Il contenuto è protetto!