fbpx
Home Recensioni Recensioni Serie TV Bloodride: Tutti a bordo, amanti dell'horror!

Bloodride: Tutti a bordo, amanti dell’horror!

Amanti dell’horror salite a bordo – è proprio il caso di dirlo – perché vi parlerò di Bloodride, serie tv uscita su Netflix nel Marzo del 2020.

Bloodride è una mini serie antologica norvegese che conta 6 episodi da circa mezz’ora ciascuno.

Per chi non sapesse cosa significhi antologica come aggettivo per una serie tv, lo spiegherò brevemente: ogni puntata dell’antologia risulta autoconclusiva ed è sconnessa dalle altre in tutto, tranne che per la cornice che le accomuna.

La suddetta cornice è, in Bloodride, il macabro e il terrificante.

L’autista silente.

Ogni episodio racconta la – aggiungere “tragica” è doveroso – storia di uno dei passeggeri di un particolare bus alla cui guida c’è un uomo dal volto sfigurato. Possiamo solo intuire dove stia portando tutte quelle tormentate anime…

Paura dal nostro mondo

Classificata nel genere horror, per la verità sarebbe più corretto definirla come thriller psicologico.

Di fatto non tratta di paranormale, ma di ciò che la mente umana è in grado di produrre e percepire e spesso anche delle conseguenze spiacevoli che questo comporta.

È una paura trasmessa attraverso l’azione umana, attraverso ciò che l’essere umano può pensare – e immaginare – e le azioni che ne derivano.

Non sono storie di fantasmi, spiriti o mostri, ma di assassini, disturbati mentali e criminali loro malgrado.

A proposito di grandi nel genere!

Si può notare una sottile somiglianza con la serie tv Black Mirror, molto meno impegnata dal punto di vista sociologico certamente, ma con la stessa tipologia di macchinazione di trama.

Non solo la forma dell’antologia, Bloodride sembra aver preso dalla succitata serie Netflix anche la capacità di stravolgere la storia negli ultimi minuti di puntata.

Durante la visione puoi solo fare ipotesi su ciò che stai vedendo, ma è solo negli ultimi minuti che la verità viene rivelata per intero e lo spettatore può constatare se le interpretazioni che aveva dato inizialmente sono confermate o stravolte.

Qualora Bloodride non spaventasse lo spettatore, a quest’ultimo rimarrebbe comunque lo stupore dopo i titoli di coda.

Bloodride: Una serie che merita

Questa recensione serve per rendere giustizia ad una serie passata ingiustamente sotto un’ombra di indifferenza.

Le atmosfere cupe e dense di inquietudine che ci regala meritano, infatti, attenzione da parte degli amanti del genere.

Il caldo consiglio è quello di recuperare al più presto questa mini-serie norvegese, l’ideale anche da “divorare” in una sola serata da brivido.

Se ogni puntata corrisponde ad una fermata di autobus, la sfida qui diventa interessante.

Riuscirai ad arrivare al capolinea o scenderai prima?

Valerio Cioccolini
Vi piacciono le serie tv? Andremo d'accordo. Non vi piacciono? Beh...andremo d'accordo ugualmente.

LEAVE A REPLY

AlphaOmega Captcha Cinematica  –  What Film Do You See?
     
 
Please enter your name here

Ultimi Articoli

I migliori cattivi Disney

Carismatici, manipolatori e malvagi, ma hanno anche dei difetti!Tra i cattivi Disney è davvero difficile decidere quale sia il migliore.

C’era una volta a Vigna Murata, l’evento che porta il cinema a Roma Sud

Al via oggi, giovedì 17 Giugno, C'era una volta...a Vigna Murata, la rassegna che fa approdare il grande cinema nella periferia sud...

Prime Video Italia: le novità più interessanti in arrivo

Occhi aperti e sensi vigili su Amazon Prime Video Italia, che sembra avere in serbo molte novità per le stagioni a venire.

Cruella: che soddisfazion, Crudelia de Mon

Glamour, musicale, ben scritto… tutto questo, e molto di più, è Crudelia, anzi Cruella, il nuovo live-action firmato Disney.
error: Il contenuto è protetto!